Economia
stampa

La pizza "buona"

Electrolux in difficoltà, Roncadin in crescita: gli esuberi dell'una vanno a coprire le esigenze dell'altra. E gli operai non perdono il lavoro

Parole chiave: Roncadin (1), Electrolux (1), Lavoro (12), Operai (2), Esuberi (1), Pizza (1)
La pizza "buona"

Questo è un bell’esempio di come – con intelligenza, dialogo, professionalità e buona volontà – dal letame di situazioni difficili possano nascere i fiori della ripartenza. La Roncadin è un’azienda di Pordenone che si sta imponendo nel mercato delle pizze surgelate; l’Electrolux, una multinazionale che vicino a Pordenone ha uno stabilimento di elettrodomestici travolto dalla crisi dei consumi calanti e dei prezzi bassi. Quindi licenziamenti e incentivi “all’esodo”.
Ebbene, grazie alla mediazione di Unindustria locale e dei sindacati dei metalmeccanici e degli alimentari, si è trovato un accordo che gli anglosassoni definirebbero win-win: vincono tutti. Electrolux si “libera” di 80 operai in esubero, riconoscendo loro 70mila euro di buonuscita, 30mila dei quali “girati” alla Roncadin per organizzare la formazione dei nuovi assunti: appunto quegli 80 operai Electrolux. Perché le pizze surgelate stanno crescendo a ottimi ritmi e c’è bisogno di manodopera nuova. Verrà loro insegnato a farle, dopo che avevano passato anni ad assemblare lavatrici.
La seconda buona notizia è un’altra: nel 2017 un incendio aveva distrutto completamente una linea produttiva della Roncadin, mettendola in ginocchio. Ma in ginocchio non c’è rimasta nemmeno un minuto. Gli operai hanno fatto turni aggiuntivi nelle altre linee produttive, la proprietà ha immediatamente reinvestito in una nuova struttura, i fornitori hanno capito la situazione e accettato di vedere dilazionati i pagamenti, continuando a rifornire gli stabilimenti di mozzarella e carciofini.
Nel giro di pochi mesi, l’aereo è tornato in pista pronto per decollare. E così ha fatto. Gli 80 nuovi addetti daranno una mano a spingerlo ancora più forte, in un Nordest che in questi due anni ha messo il turbo dopo otto di crisi economica. Aiuta una diversificazione produttiva che permette di non soffrire troppo se un settore va in crisi, anche se il manifatturiero – qui come altrove – registra più chiusure che aperture.
Ma le buone notizie vanno segnalate; le buone pratiche pure; le buone volontà, anche. E di buone, ci sono pure le pizze che fa la Roncadin: non credeteci sulla parola ma provatele. Vi farà passare il nervoso che fa il constatare che il mercato delle pizze surgelate sia nelle mani di multinazionali straniere (tedesche in primis) e di un’azienda friulana. Ma la pizza non l’avevano inventata altrove?

Fonte: Sir
Tutti i diritti riservati
La pizza "buona"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento