Economia
stampa

Incontro dei vertici delle municipalizzate

Primo incontro dei presidenti delle aziende municipalizzate Agsm, Amt e Agec oggi a Palazzo Barbieri con il sindaco Sboarina e l'assessore Polato per approntare adeguate sinergie e strategie.

Incontro dei vertici delle municipalizzate

Si è svolto ieri mattina a Palazzo Barbieri il primo vertice di coordinamento tra il Comune e le aziende partecipate Agsm, Amt e Agec. Una sorta di tavolo tecnico voluto dal sindaco Federico Sboarina per pianificare le scelte strategiche delle multiutility più importanti della città, nonché quelle di cui l'ente locale detiene il cento per cento delle quote societarie.

Oltre al primo cittadino, all'incontro hanno partecipato  l'assessore con delega alle multiservizi Daniele Polato e i presidenti Michele Croce, di Agsm, Roberto Niccolai, di Agec, e Francesco Barini, di Amt. È stata anche l'occasione per presentare le due super consulenti esterne Bettina Campedelli e Carla Cico, entrambe veronesi (la prima è docente di Economia aziendale all'università e membro dei Cda di Cattolica Assicurazioni e Fondazione Monte dei Paschi di Siena; mentre la seconda, già amministratore delegato di Brasil Telecom, è manager indipendente del settore telecomunicazioni con oltre vent'anni di esperienza all'estero), che a titolo gratuito saranno di supporto all'Amministrazione per la gestione delle diverse problematiche aziendali. In programma ci sono la razionalizzazione delle spese e l'ottimizzazione dei risultati, per questo «la priorità – ha sottolineato Sboarina – è verificare lo stato complessivo delle tre partecipate, per avere una fotografia della situazione su cui poi i consigli di amministrazione lavorereanno».

Mentre per quanto riguarda l'Agsm, il primo punto all'ordine del giorno è la fusione con Aim, la municipalizzata vicentina dell'energia. Entro il 30 settembre i consigli comunali di Verona e Vicenza dovrebbero siglare l'accordo, ma il termine sicuramente slitterà. «Tuttavia il processo di fusione con Aim non ha subìto alcuna battuta d'arresto, né ci sono motivi pregiudiziali per frenare l'accordo. Semplicemente, la volontà è individuare in tempi stretti i vantaggi che porterebbe ad Agsm e alla città» ha voluto precisare il sindaco, aggiungendo che «Agsm forse incaricherà un soggetto terzo per valutare la fusione». Questo, ha poi sottolineato, sarà il modo di procedere dei prossimi anni, «con confronti e dialoghi continui tra socio e aziende ma anche tra aziende stesse, per un maggiore efficientamento. Ringrazio Campedelli e Cico per aver accettato di mettere a servizio della città le loro esperienze e competenze».

Fonte: Comunicato stampa
Incontro dei vertici delle municipalizzate
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.