Economia
stampa

Fieragricola di Verona numero 113

All'insegna dell'innovazione tecnologica la rassegna fieristica veronese per puntare decisamente all'agricoltura 4.0. Significa più produttività, più precisione, più sicurezza, prodotti migliori, ma anche meno sprechi di risorse idriche e meno impatto ambientale. La competitività dipende dalle maggiori risorse dedicate al settore, ma anche dalle politiche agricole comunitarie (Pac) e dall'evoluzione dei mercati internazionali (vedi Brexit).

Parole chiave: Fieragricola 2018 (1), Agricoltura 4.0 (1), VeronaFiere (2)
Fieragricola di Verona numero 113

La manifestazione internazionale di Veronafiere conta oltre 1.000 espositori, dieci padiglioni occupati con una superficie netta di 57mila metri quadrati (+4,4% sull’edizione precedente), un’area demo esterna di 7.500 metri quadrati allestita per gli Special Show, 980 animali (+63%), più di 120 convegni in calendario e delegazioni commerciali estere da 33 Paesi del mondo.
Presenti i rappresentanti delle istituzioni locali, regionali, italiane ed europee; delle organizzazioni sindacali agricole per fare il punto sulla salute del settore primario (agricoltura, allevamento, pesca) e sulle prospettive per il futuro.
In bella mostra le ultime novità in campo tecnologico: dalle macchine operatici elettriche all’utilizzo di microrganismi per ridurre il ricorso alla chimica, dai sistemi di guida automatica a quelli per la trasformazione in energia del clima, dalla gestione del parco macchine all’impiego di sensori che modulano il funzionamento della macchina in base alle caratteristiche del terreno. Un settore sempre più alla ricerca di soluzioni sostenibili, dal punto di vista sia ambientale che economico, e sempre più tecnologiche. 
Presentato anche il progetto dell'Accademia Italiana del Latte che, per la prima volta, porterà sui banchi tutti coloro che vorranno imparare a creare prodotti tradizionali e innovativi di eccellenza sfruttando le potenzialità di uno degli alimenti più preziosi della nostra tavola. Agricoltori, casari, professionisti del settore, cuochi o semplici appassionati, potranno intraprendere un percorso di studi e trasformarlo in successo imprenditoriale.
Dunque una panoramica a 360 gradi che va dalle tecniche antiche di caseificazione del latte all'uso della tecnologia digitale che guarda alla sostenibilità, declinata dell’ottica del risparmio energetico, dell’attenzione al suolo, ma anche dell’assistenza costantemente assicurata ai mezzi agricoli, per prevenire rotture dei mezzi nella fasi di più intenso utilizzo.
I programmi per l’agricoltura digitale entrano anche a scuola con l'introduzione della banda ultra larga nelle aree rurali e la realizzazione di una serie di applicazioni per smartphone per monitorare le coltivazioni, avere sempre aggiornati i dato relativi a conducibilità elettrica e la riflettanza del suolo (in questo modo è possibile ottenere indicazioni sulla tessitura del terreno e determinare il livello di sostanza organica). Per chi cerca curiosità e innovazioni applicate al settore primario, Fieragricola è la manifestazione ideale.

Fieragricola di Verona numero 113
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.