Economia
stampa

Boscaini (Masi) premiato da Mattarella

In Quirinale stamani la cerimonia di consegna dell’importante riconoscimento promosso dal Comitato Leonardo in occasione della “Giornata della Qualità Italia”. Sandro Boscaini, presidente di Masi, riconosciuto ambasciatore nel mondo per il Made in Italy del vino.

Parole chiave: Masi (1), Boscaini (1), Quirinale (1), Todini (1), Mattarella (2)
Boscaini (Masi) premiato da Mattarella

Masi Agricola, società vitivinicola della Valpolicella Classica leader nella produzione di Amarone e di vini di pregio del territorio delle Venezie, ha ricevuto oggi il “Premio Leonardo Qualità Italia”, riconoscimento conferito ogni anno dal Comitato Leonardo alle aziende più rappresentative dell’eccellenza del Made in Italy e della qualità del sistema produttivo italiano nel mondo.

Il prestigioso premio è stato consegnato al presidente di Masi, Sandro Boscaini dalle mani del Capo dello Stato Sergio Mattarella e dalla presidente del Comitato Leonardo, Luisa Todini nel corso di una cerimonia svoltasi in Quirinale questa mattina alla presenza del Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda; del presidente dall’Agenzia Ice, Michele Scannavini e del presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia.

Il Premio Leonardo viene attributo agli imprenditori la cui azienda si è distinta nel corso dell’anno per la qualità e l’innovatività dei propri prodotti, nonché per la forte proiezione internazionale della loro azienda, sia in ambito commerciale che produttivo. Questo approccio ha da sempre contraddistinto Masi Agricola determinandone il crescente successo sui mercati del mondo dove l’azienda, con i suoi vini, è riconosciuta come ambasciatrice dei valori dell’Italian Wine Style, della tradizione e dell’unicità dei terroir vocati delle Venezie.  

Il Cavaliere del Lavoro Sandro Boscaini, Presidente di Masi Agricola ha dichiarato al termine della cerimonia: «Sono particolarmente onorato per questo ambito riconoscimento che si aggiunge ad altri internazionali a sottolineare come la qualità intesa a tutto tondo paghi sia a livello economico che reputazionale. Masi è stato il primo brand del vino di pregio a quotarsi presso Borsa Italiana, dimostrando ancora una volta la sua capacità di essere innovatore. È significativo che il riconoscimento avvenga proprio nell’anno in cui l’azienda celebra il cinquantenario del suo portabandiera Campofiorin, antesignano di una ‘nuova categoria di vini veronesi’, altamente innovativo e al contempo radicato nella tradizione e nel territorio, come tutta la nostra produzione».

Sotto la guida innovatrice di Sandro Boscaini, Masi è cresciuta nel tempo divenendo un vero e proprio polo di eccellenze del territorio, che unisce le migliori esperienze e tradizioni vitivinicole del Triveneto. Presente oggi in circa 100 Paesi, Masi si distingue per una forte vocazione internazionale, con una quota export che si aggira sul 90% del fatturato e un posizionamento dei propri vini di pregio nelle più importanti classifiche mondiali di riferimento.

Il Comitato Leonardo, presieduto da Luisa Todini, annovera al suo interno personalità di rilievo tra cui imprenditori, artisti, scienziati e uomini di cultura. Il Premio ha tra i suoi soci fondatori Confindustria e Ice e dal 1995 gode dell’Alto Patronato del presidente della Repubblica.

Fonte: Comunicato stampa
Boscaini (Masi) premiato da Mattarella
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.