Attualità
stampa

La raccolta cresce annualmente nell’impegno e nella partecipazione. Tanto che il capoluogo scaligero primeggia in Veneto quanto a generosità

Giornata di Raccolta del Farmaco: a Verona e in tutta Italia il 10 febbraio

Promossa dal Banco Farmaceutico, darà la possibilità di acquistare in 141 farmacie del Veronese medicinali da automedicazione per i bisognosi

Parole chiave: Donazioni (1), Verona (29), Banco Farmaceutico (2), Farmaco (1)
Giornata di Raccolta del Farmaco: a Verona e in tutta Italia il 10 febbraio

«La Giornata di Raccolta del Farmaco è un’occasione propizia per evidenziare quanta umanità alberga nei cuori dei veronesi», così il vescovo, mons. Giuseppe Zenti, commenta l’appuntamento in programma a Verona e in tutta Italia sabato 10 febbraio. Promossa dal Banco Farmaceutico, la manifestazione darà la possibilità di acquistare presso 141 farmacie del Veronese che aderiscono all'iniziativa (il 16,5% in più rispetto al 2017) farmaci da automedicazione che saranno donati ai bisognosi assistiti da 31 enti caritativi del territorio.
La raccolta cresce annualmente nell’impegno e nella partecipazione. Tanto che Verona primeggia in Veneto quanto a generosità: lo scorso anno, infatti, in riva all’Adige sono stati stati raccolti 10.700 medicinali che non richiedono ricetta medica per un valore di oltre 75.000 euro; a livello nazionale sono oltre 3.800 le farmacie coinvolte, grazie anche alla presenza di 14.000 volontari, mentre gli enti socio assistenziali convenzionati con la Fondazione Banco Farmaceutico onlus sono 1.720.
«Iniziative di questa natura fanno parte di quella riserva di “staminali” che garantisce un futuro al nostro corpo sociale – aggiunge il vescovo –. Questo è il sociale vero, il sociale sano. Sapendo che Verona non si è spenta nel suo entusiasmo alla donazione so per certo che la gente accorrerà come sempre numerosa per poter contribuire al sostegno dei più deboli». Sono in crescente numero i cittadini in condizione di povertà che non hanno accesso alle medicine di automedicazione: «Fare una donazione nella Giornata di Raccolta del Farmaco significa fare un piccolo-grande gesto di aiuto vero che sommato alla buona volontà di tutti crea un movimento solidale di portata eccezionale», segnala Pino Caldana, vice presidente della Provincia di Verona.
Apprezzata è anche la tracciabilità dell’elargizione, sostiene il coordinatore regionale del Banco, Matteo Vanzan: «Chi dona un farmaco sa con precisione a chi viene donato: a persone o a intere famiglie in difficoltà che, spesso, abitano nel nostro stesso quartiere, o magari sono nostri vicini di casa». Altrettanto importante è infine la collaborazione dei camici bianchi, con una partecipazione che sfiora il 60% (contro il 31% veneto e il 21% nazionale). «Le farmacie della nostra provincia hanno contribuito in questa edizione con circa 20mila euro tramite il versamento del contributo solidale per l’adesione alla macchina organizzativa del Banco Farmaceutico», sottolinea Marco Bacchini presidente di Federfarma Verona. «Il farmacista titolare e collaboratore oltre a sensibilizzare, in sinergia con i volontari presenti, sull'importanza di aderire all'iniziativa –conclude –, sono in grado di indirizzare correttamente la donazione verso le specifiche esigenze dell'ente abbinato a quella farmacia, perché preventivamente conoscono, grazie a uno specifico elenco in loro possesso, quali sono le reali necessità di assistenza sanitaria». 

Giornata di Raccolta del Farmaco: a Verona e in tutta Italia il 10 febbraio
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento